MERCATO DEL LAVORO: SPORT

Conoscerlo, capirlo e trovare soluzioni.

Credo che sia ancora nei pensieri di tutti gli sportivi (e non solo gli sportivi) del mondo quello che è successo questo mese nello sport Europeo, per la precisione nel #calciomercato.

L’operazione da oltre 600 milioni di dollari per l’acquisto del calciatore brasiliano sancisce che lo Sport, ed il calcio in particolare, sono oggi un industria dove l’aspetto sportivo è secondario al business.

Non solo, ma questi ultimi anni del “dopo #recessione” hanno creato un punto di non ritorno per quanto riguarda la professione di sportivo: pochi “fenomeni” che guadagnano tantissimo ed il resto che si divide la rimanenza.

Di per se non sarebbe così assurdo e lontano dal lavoro tradizionale se non fosse che per molti fenomeni il vero talento non riguarda esclusivamente la loro disciplina ma il quanto essere “social” e, soprattutto, di quanti seguaci riesce ad avere!

Di fatto oggi questi fenomeni sono dei veri e propri marchi, delle vere aziende che guadagnano proporzionalmente molto di più con il loro marchio che con lo “stipendio” del loro sport. Qualsiasi paragone di guadagni (o ingaggi) con Campioni del passato risulterebbe perlomeno irriverente.

Soluzioni ?!

TRASFROMA LA TUA #PASSIONE IN UN’OPPORTUNITA’
Che tu sia un atleta professionista o amatoriale di sicuro oggi puoi contare su alcune certezze:
• la tua capacità di fissare e raggiungere degli obiettivi.
• la consapevolezza del prezzo da pagare e della disciplina necessaria per poterli raggiungere.
• gli insegnamenti del Coach che ti ha aiutato a raggiungerli.
Inoltre, non di poco conto, puoi contare sulla tua Reputazione!

Per trasformare questo tuo bagaglio d’esperienza in qualcosa di più di un semplice lavoro bisogna che tu adatti queste capacità:
• al maggior numero di persone possibili.
• per qualcosa di assoluto valore.

Dopodiché, se sarai in grado di insegnarle (passaggio non scontato), allora davvero avrai trasformato la tua passione nella migliore #opportunità della tua vita.

Ed è quello che è successo a me.


“Che le tue scelte riflettano le tue speranze, non le tue paure”

Condividi!